Abbiamo provato le nuove cuffie gaming entry-level di ASUS: le nuove ASUS TUF Gaming H3 sono belle, comode e resistenti, ma con un qualche difetto.

ASUS, con la serie TUF, ha portato sul mercato delle cuffie da gaming entry-level le nuove ASUS TUF Gaming H3, al prezzo di circa 50€. Ovviamente nella scelta delle cuffie da gaming economiche (così come qualunque altra tipologia di hardware) spesso si va a compromessi. Anche in questa recensione cercheremo di denotare chiaramente i punti di forza, così come le criticità di questo prodotto.

Senza ulteriori indugi, andiamo subito a provarle le nuove cuffie ASUS.

Unboxing e confezione

All’interno della confezione troviamo le cuffie, uno sdoppiatore a Y microfono+stereo, la manualistica e il documento di garanzia.
A primo impatto la cosa che mi ha convinto di queste cuffie è l’archetto in acciaio, caratteristica che non si trova facilmente su cuffie di questa fascia. Un particolare sono i controlli volume e lo switch on/off per il microfono sul padiglione sinistro, in una posizione insolita ma per niente scomoda.

Specifiche tecniche

Di seguito sono elencate brevemente le specifiche della cuffia e del microfono:

Cuffia:

  • Dimensione driver: 50 mm
  • Risposta in frequenza: 20 Hz -20 KHz
  • Impedenza: 32 Ohm
  • Connettore: 3.5 mm TRRS
  • Lunghezza cavo: 1.3 m (+1.3 m con splitter, fino a 2.6 m)

Microfono boom:

  • Tipologia: Uni-direzionale
  • Risposta in frequenza: 100 Hz -10 KHz
  • Sensibilità: -44 dB

Materiali e comfort

Come già anticipato nell’unboxing, l’archetto in acciaio delle ASUS TUF H3 conferisce un’ottima solidità, così come un’ottimo peso, di circa 294 grammi, si vede che è un prodotto fatto per durare e che non si usura in poco tempo.
I cuscinetti in schiuma memory, si appoggiano all’esterno dell’orecchio e non premono troppo, garantendo un ottimo comfort, anche per lunghe sessioni.

Audio e voce

Le ASUS TUF Gaming H3, per essere una cuffia da gaming, presenta dei problemi: i driver enfatizza troppo le basse frequenze, coprendo i medi, necessarie per l’ascolto della voce di altre persone su Discord o Teamspeak. Un’altra cosa sono le alte frequenze: ad alti volumi risultano pungenti, rendendo l’ascolto di suoni principalmente di dettaglio abbastanza fastidiosi.
Il microfono è discreto, accentua il pop prodotto dalle consonanti – in gergo – esplosive, come la P o la S, che risulteranno fastidiose agli interlocutori che ci ascolteranno, a meno che non si posiziona sulla capsula una spugnetta che funga da filtro.

Di seguito un sample audio del microfono della cuffia.

Considerazioni personali

Da una cuffia di questo genere (soprattutto da un brand come ASUS) mi sarei aspettato un sound più neutro, visto che è pensata principalmente per comunicare nel mezzo dell’azione di una partita, ma purtroppo non ci siamo su questo punto di vista, bisognava impiegare dei driver più performanti, anche a costo di alzare un po’ il prezzo finale del prodotto.
Per quanto riguarda il design, la qualità costruttiva e il comfort della cuffia, penso la maggior parte dei costi di produzione sia andato lì, perché sono le uniche qualità, a mio parere, che giustificano il suo prezzo.

In conclusione, le ASUS TUF Gaming H3 sono OK, ma non sono nulla di eccezionale al prezzo proposto di 50€. Se volete una cuffia economica che duri nel tempo, questa è la scelta giusta. Se invece volete qualcosa ideale sia per il gaming, sia anche per l'ascolto di musica, vi consiglio di alzare di un po' il budget e di cercare altrove.

PRO

  • Ottima qualità costruttiva
  • Comoda da indossare
  • Comandi del volume e microfono ON/OFF sul padiglione sinistro

CONTRO

  • Driver troppo enfatizzati sui bassi e alti pungenti
  • Il microfono accentua troppo gli acuti
Comfort e materiali 80/100
Design 70/100
Qualità audio 65/100
Rapporto Qualità/Prezzo 65/100

Voto Finale

70/100

ASUS TUF Gaming H3